L’architetto di finzione preferito di Ayn Rand, Howard Roark, vedeva spesso le curve dove nessun altro poteva vederle. Ha costruito case fuori dal rock, dando l’impressione che la roccia abbia dato alla luce la casa. Aveva un’opinione precisa su come ogni elemento di un edificio dovrebbe esistere, non per il design o la decorazione, ma per l’uso della struttura. Che se qualsiasi angolo, timpano, colonna o curva dovesse essere rimosso, l’edificio non funzionerebbe più correttamente. A volte immaginava supporti e archi che il costruttore doveva ancora capire come fare.

Quindi cosa penserebbe (o Rand) dei requisiti del governo di oggi per la segnaletica architettonica? Questi segni sono quelli che vedi negli edifici pubblici che mostrano dove si trovano le scale e i bagni, tra le altre cose. Ogni segno architettonico deve essere una distanza designata dal pavimento, da un angolo o da una porta. Ogni segno deve avere caratteri di dimensioni e larghezza esatte e deve essere sollevato dalla superficie del segno. Il governo ha paura che non saremo in grado di leggere il “numero” senza che sia di 24 punti e cresciuto? Ora chiedere ai produttori di segnali architettonici di aggiungere il Braille ai segni personalizzati è assolutamente comprensibile. Il Braille consente alle persone non vedenti di leggere il segno senza l’uso dei propri occhi. Ma la parola “LEGGI” è importante da ricordare.

I nostri cartelli non possono semplicemente dire “Toilette per donne”, dobbiamo mostrare anche la figura femminile in un abito, a beneficio di chi non sa leggere. A che punto abbiamo deciso di governare per i non istruiti invece di lavorare per educarli? Dovrebbero esistere regole di segnaletica architettonica a beneficio di chi non sa leggere? E se avessimo fatto delle regole per i costruttori di automobili per costruire automobili secondo uno standard che avrebbe offerto l’opportunità di guidare per coloro che non hanno mai imparato come?

Leggere e scrivere sono i fondamenti della sopravvivenza in una società come la nostra. Creare opportunità di istruzione in quelle aree dovrebbe essere al centro del nostro governo, non fornendo una facile via d’uscita per quegli individui che rifiutano di soddisfare i requisiti della nostra società. Esiste un numero qualsiasi di programmi progettati per aiutare le persone a leggere quando non erano in grado di imparare prima. Nel corso degli anni il finanziamento di questi programmi è cresciuto e sono in grado di raggiungere quasi tutte le aree di questo paese per aiutare coloro che desiderano imparare. Allora perché facciamo delle leggi a beneficio di coloro che rifiutano quell’educazione?

La segnaletica architettonica dovrebbe riflettere lo stile dell’edificio, non la natura non istruita di coloro che potrebbero entrarvi.