A volte il costo di un permesso di costruzione, la seccatura coinvolta e le modifiche richieste fanno sognare ai restauratori di dimenticare il permesso. Perché non andare avanti e non dire al dipartimento di costruzione? Questo è particolarmente allettante se tutto il lavoro è all’interno: chi deve sapere la differenza?

Ci sono una serie di problemi seri qui. Innanzitutto, il codice edilizio è fondamentalmente un codice di “salute e sicurezza”. È progettato per garantire che qualsiasi lavoro di costruzione venga svolto lascerà la proprietà in una condizione abitabile e abitabile. Se il tuo lavoro pianificato non soddisfa il codice, potrebbe non essere sicuro. E se incontra il codice, perché non ottenere il permesso?

In secondo luogo, se fai il lavoro senza autorizzazione, potresti incontrare dei problemi durante la rivendita. Una buona ispezione a domicilio rivelerà quasi sicuramente il lavoro svolto senza un permesso. (Come parte di una buona ispezione a casa, l’ispettore, l’agente immobiliare, o dovresti ottenere una lista dal dipartimento di costruzione di tutti i permessi in archivio.)

La maggior parte del lavoro che differisce da quello che è lo standard per la tua casa si distinguerà. Se non ci sono permessi, gli acquirenti richiederanno indebitamente che il lavoro venga acquistato su codice (un’autorizzazione ottenuta) prima di effettuare un acquisto. Ciò potrebbe significare rifare l’intero lavoro, una procedura molto costosa!

Un esempio calzante: Peter ha fatto i lavori di ristrutturazione come una sorta di hobby (comprando case in cui vivere, sistemandole e rivendendole). Ma ha rifiutato di prendere i permessi, lamentandosi del costo e del fastidio di complicità con un ispettore edile. Diceva: “Se c’è una domanda quando la rivesto, otterrò il permesso allora”.

Peter ha fatto un buon lavoro e per molto tempo non ci sono stati problemi. Poi, un giorno, un acquirente ha contestato l’aggiunta di una stanza. Peter ha ammesso di non avere un permesso. L’acquirente ha chiesto che la stanza fosse portata a codice come evidenziato da un permesso.

Quindi Peter ha chiesto un permesso. A quel punto, naturalmente, la stanza era finita: il muro era al suo posto, le prese elettriche installate, le pareti dipinte e pronte. L’ispettore immobiliare chiese a Peter di strappare tutto. Voleva vedere la dimensione degli studi usati, il loro posizionamento, il tipo e il calibro del filo elettrico utilizzato, dove i cavi erano ancorati vicino a ogni scatola di derivazione, se c’era un adeguato isolamento nelle pareti esterne e avanti e avanti. In altre parole, prima di un’ispezione finale, dovevano esserci molte ispezioni approssimative per verificare il lavoro. Certo, Peter non poteva farlo perché aveva già finito il lavoro.

Quindi, al fine di ottenere il permesso, Peter ha dovuto strappare il lavoro fino alla legna nuda e, per scopi pratici, ricominciare da capo. All’inizio ha esitato, dicendo che avrebbe trovato un altro acquirente meno esigente. Ma lui aveva già fatto richiesta. il permesso e la città lo avrebbero perseguitato fino a quando il lavoro non fosse stato completato correttamente o fosse stato completamente strappato. Inoltre, a causa delle leggi sulla divulgazione, che si applicano alla maggior parte delle vendite immobiliari oggi, a Peter sarebbe richiesto di distribuire i problemi con la stanza a qualsiasi nuovo acquirente. Si è semplicemente grattato i denti, ha fatto il lavoro e ha pagato i conti.

Tutto ciò è come dire: è spesso più economico ottenere un permesso che cercare di evitarlo.

Non appena si ottiene un diritto, le informazioni sul lavoro vengono inoltrate all’ufficio del valutatore. Quando completi il ​​lavoro, viene inoltrato anche un avviso di completamento e puoi aspettarti che il valutatore aumenti le tasse in base all’importo e al costo del lavoro svolto. Alcune persone non vogliono ottenere permessi per evitare di dover pagare tasse aggiuntive. Il loro desiderio è comprensibile. Realisticamente, tuttavia, un permesso e la rivalutazione di accompagnamento sono inevitabili. Devi solo stringere i denti e sopportarlo.

Quanto costano i permessi di costruzione?
Ci sono tasse per i permessi di costruzione. Le città e le contee utilizzano spesso la propria struttura tariffaria, in base alla stima del costo del lavoro svolto o del tipo di lavoro. I lavori più piccoli possono richiedere una commissione di $ 35 a $ 100. Per i lavori più grandi, le spese per i permessi possono arrivare a centinaia o talvolta migliaia di dollari. In genere puoi aspettarti di pagare dal 2 al 3% del costo totale del lavoro per i permessi.

Le tasse di autorizzazione di solito includono quanto segue:
| Controllo del piano
| ispezioni
| lavoro d’ufficio

Tieni presente che potresti aver bisogno di più permessi. Ad esempio, in un importante progetto di rimodellamento della cucina è necessario:

| Permesso di costruzione per modifiche strutturali
| Permesso elettrico per illuminazione, elettrodomestici e altri lavori elettrici
| Permesso di gas e idraulici (di solito uno) per lavelli, lavastoviglie, fornello a gas, ecc

Potrebbero esserci altri requisiti per i permessi, a seconda del lavoro svolto. Inoltre, potrebbero esserci altre tasse. Ad esempio, potrebbe essere necessario effettuare un deposito rimborsabile, per garantire contro danni alla strada o al marciapiede, se il reparto edilizio pensa che si possa spostare in macchinari pesanti. Ci può essere una tassa per il flusso aggiuntivo al sistema di fognatura se si sta aggiungendo un bagno.

Le tariffe per i permessi di costruzione possono essere sostanziali, e dovresti cercare di capirli quando fai le tue stime finali dei costi.