Nelle chiese di oggi è diffusa l’idea che, per sviluppare un senso di comunità, più di un rituale di cinque minuti nel servizio, un’ora di caffè tra i servizi o una cena dopo è necessario per la vita dei parrocchiani sinceramente intersecano. Gli spazi sono necessari dove i membri di una comunità ecclesiale possono radunarsi per condividere onestamente il viaggio nella fede come seguaci cristiani.

Ci sono implicazioni molto profonde per gli architetti ecclesiastici quando si tratta di progettare una chiesa, sia che la comunità ecclesiastica stia costruendo per la prima volta una casa parrocchiale, rimodellando la struttura che già hanno, o stanno facendo un’aggiunta.

Solo da 10 a 15 anni fa, i piani tipici elaborati da un architetto di progettazione di chiese contenevano un’area di nartece / lobby che era di dimensioni molto più ridotte. Lo spazio ha agito più come un modo per incanalare i membri in altri spazi della chiesa o da o verso i punti di ingresso esterni. Sotto il vecchio design, anche se era possibile per i membri fermarsi e parlare dopo il servizio, pochi in realtà hanno fatto per evitare di causare un ingorgo nelle aree chiave. La maggior parte eviterebbe semplicemente il collo di bottiglia e se ne andrebbe rapidamente per andare a prendere i bambini e tornare a casa immediatamente dopo il servizio. Qualsiasi discussione o altra interazione sociale dovrebbe aspettare le supplose cene per evitare di affollarsi o di stare in piedi in qualcun altro.

L’esperto architetto di progettazione di chiese che comprende i meccanismi necessari per promuovere la comunità ora include cose come:

Permesso per 7-10 piedi quadrati per persona di spazio piuttosto che i tradizionali 3-5 piedi quadrati a persona. Ora i membri della chiesa possono sedere o stare in piedi e condividere ciò che accade nella loro vita con gli amici senza sentirsi affrettati o bloccando la strada di qualcun altro.

Corridoi più ampi per consentire una circolazione più facile tra i diversi spazi del ministero che sono ben illuminati e integrati pienamente con le moderne tecnologie dell’informazione. Un architetto esperto nella progettazione di chiese sa che la facilità di movimento tra le diverse aree del ministero consente ai membri di sentirsi più rilassati, piuttosto di impegnarsi in un’ora di punta in un’atmosfera affollata di autostrada.

Costruire più punti di accesso che conducano a specifici spazi del ministero come l’Amministrazione, il Ministero dei bambini, la gioventù, la ricreazione, il recupero o altri tipi di ministeri di supporto.

Compresi spazi di conversazione dedicati in cui gruppi diversi possono radunarsi per parlare tranquillamente o tenere riunioni rapide. Un buon architetto di progettazione di chiese progetterà anche un interno piacevole ed estetico per promuovere uno spazio aperto e illuminato naturalmente. Utilizzando concetti di progettazione acustica per consentire l’intimità
conversazioni tra membri.

Progettare il nartece per adattarsi a molteplici usi come uno spazio per pranzi limitati /
banchetti. La possibilità di pianificare un pasto e la presentazione di singoli individui da un ministero specifico diventa una vera risorsa e un buon pasto per 25-50 persone può essere realizzato senza la necessità di allestire o riscaldare e raffreddare una sala della fellowship progettata per 500 persone.

Ognuno di questi concetti / criteri di progettazione, se opportunamente impiegato dall’architetto della chiesa, ha l’effetto di permettere alle persone di interagire in modi più significativi e promuovere la comunità ecclesiale.