1. Come sono diventati popolari i piani casa degli artigiani?

Durante i periodi di sovrapposizione della rivoluzione industriale e dell’era vittoriana, la classe alta tendeva a costruire grandi case opulente, spesso prodotte con materiali di produzione di massa. La gente comune, siano essi lavoratori, agricoltori o altri professionisti, viveva in case più semplici costruite a mano, usando materiali naturali e le proprie mani esperte per costruire la propria dimora.

Questi aspetti della società, sia l’uso di materiali di produzione di massa per la costruzione, sia il disegno di una casa grande e sovraffollata, erano il simbolo di quei periodi trascurati per il comune lavoratore. Questo disprezzo è espresso dal fatto che la classe superiore usava materiali da costruzione che avrebbero potuto essere fabbricati dal lavoratore comune, che probabilmente aveva lavorato sotto condizioni simili a schiave per produrre quei materiali. Invece di boicottare le compagnie che producevano i materiali e costringerli a trattare meglio i loro lavoratori, la classe alta chiuse un occhio e ignorò la disposizione dei lavoratori.

Il design attuale di queste case in stile vittoriano è chiaramente indicato come rapporto maestro / servo. La cucina, per esempio, era completamente chiusa dal resto della casa; la famiglia entrò severamente in essa, con i servi gli unici ad usarlo durante la preparazione di tutti i pasti. Di conseguenza, queste cucine, lontano dall’essere chiuse al resto della casa, mancava anche di un’area per la famiglia da mangiare, dato che non avrebbero mai mangiato lì comunque.

Come risultato di tutto ciò, sia in Inghilterra che negli Stati Uniti, le persone iniziarono a costruire case con linee più pulite, usando solo materiali naturali che erano stati fatti, spesso a mano, da un artigiano locale. Questo probabilmente è stato diretto in termini e pagamenti migliori per il costruttore di casa, poiché avrebbe potuto caricare di più per il suo lavoro in quanto era unico e avrebbe potuto lavorare in condizioni migliori.

Inoltre, la borghesia, che non poteva permettersi servizi o aiuto dal vivo, iniziò a progettare le proprie case in modo diverso. La madre era spesso responsabile di tutte le cotture, pulizia e cura dei bambini. Come tale, aveva bisogno di una cucina che fosse aperta al resto della casa, permettendole di vedere cosa stavano facendo i suoi figli in ogni momento.

Aveva anche bisogno di un posto dove la famiglia potesse mangiare in cucina, dato che era lì che trascorreva una considerevole quantità di tempo e dare da mangiare alla famiglia in cucina era molto più conveniente.

Il risultato di tutto questo è ciò che è diventato noto come piani artistici per la casa.

2. Quali sono alcune delle caratteristiche che si trovano nei piani casa degli artigiani?

Nel complesso, i piani domestici degli artigiani hanno incorporato semplicità e funzionalità nel design della casa. L’uso di materiali naturali o artigianali, come legno, pietra o vetro, è abbastanza comune nei piani di casa degli artigiani.

In particolare, alcuni aspetti architettonici includono cose come le linee del tetto a falde, tetti a capanna o a padiglione, grondaie a strapiombo, travi a vista e il portico anteriore sotto un’estensione del tetto principale.

3. I piani di una casa artigiana possono essere rispettosi dell’ambiente?

L’intera filosofia dei piani artigiani è basata sulla consapevolezza sociale. Questo va di pari passo con l’attuale rivoluzione verde. Le planimetrie degli artigiani possono facilmente incorporare molte caratteristiche verdi.